Didattica » Laboratori

Sound Extra Large

Una casa per l’inizio di una vita

Laboratorio di scoperte sonoro-musicali per donne in dolce attesa

C’era una volta una casa
fatta di suoni infiniti
e di antiche danze.
Di ritmi costanti
e di amore puro.
Una casa tra terra e cielo
che pareva una dimora sicura.
Di stanza ce n’era una sola
ma quella più importante.
Sentire danzando, muovendo risuonare
scoprire cosa trovi se ti lasci incantare.
max 12 donne in attesa
durata max 2 ore

IL SUONO DEI SENSI

dialogo sonoro musicale per neonati da 0 a 12 mesi ed i loro genitori

ImitiAMO o dialoghiAMO? Piccolo percorso sonoro alla scoperta dei codici non-verbali presenti nel linguaggio musicale, che possono stimolare una comunicazione più profonda e variegata, EXTRA ogni possibile interpretazione di uno sguardo, un gesto o un vocalizzo.

mamma/papà e bebè (0-12 mesi)
max 6 nuclei familiari
durata max 1 ora

SUONETTINI SUONACCIONI E SONARELLI! Ma a M’ARTE i suoni come fanno?

laboratorio alla scoperta dei suoni mai uditi e mai cercati.

Un’avventura tra i suoni per creare una fabbrica di idee che si fanno sentire!
Rovistando in uno scatolone m’arziano cerchiamo i suoni del raggio di sole, il battito delle ali di una farfalla e perchè no…anche il suono delle nuvole 🙂
Tempo e spazio si dilatano per permetterci di ascoltare ciò che può sfuggire al nostro sentire. Un piccolo percorso sonoro dedicato ai genitori con i loro piccoli creatori ed in modo ludico, percorrere il sentiero di un linguaggio ricco ed espressivo, come quello sonoro-musicale.

bimbi (12-24 mesi) accompagnati da un genitore
max 8 partecipanti
durata 45′

La stanza è vuota.
Al centro uno scatolone misterioso.
Attorno allo scatolone 8 postazioni (una per ogni genitore/bimbo)
Nella stanza si ode una musica di paesaggio sonoro… (naturale o cittadino) [mi serve per supportarci nella trasformazione dell’ambiente tra caos fuori e calma dentro].
I genitori con i loro bimbi vengono fatti entrare uno alla volta, dicendo loro di scegliere un posto per poi sedersi.
All’interno dello scatolone proveniente da un pianeta Extravanato, sono contenuti materiali di vario genere, apparentemente non connessi tra loro se non fosse che ognuno di loro parla una sonorità differente…. il messaggio contenuto nello scatolone invita i terrestri grandi e piccini, a scoprire tutte le sonorità in piena libertà, senza timidezza ma con grande curiosità; non esistono solo suoni grandi e grossi ma anche piccoli, soavi e nascosti dove solo la fantasia potrà funzionare per iniziare a dialogare.

Lo scatolone lo ricopriamo di carta stagnola.

All’interno mettiamo tutti i materiali per strati, da quelli più pesanti a quelli più leggeri.
(dobbiamo decidere esattamente quali sono gli strati)
Bimbi e genitori potranno infilare le mani e frugare per prenderli ma sempre tutti uguali per tipologia. (es. se in superficie ci sarà la plastica a bolle, tutti prenderanno solo quel materiale ed inizieranno ad esplorarlo alla ricerca di suoni dialoganti)
Prima di iniziare tutto questo percorso, chiederemo ai genitori di abbracciare i loro bimbi mentre noi leggiamo il messaggio per spiegare loro come svolgere l’esplorazione e passiamo vicino a loro per fargli sentire dei suoni all’orecchio (potremo chiedere ai genitori di chiudere gli occhi e gustarsi quel suono che gli stiamo reglando, per creare delle suggestioni).
L’altra consegna è che la ricerca esplorativa dovrà essere condotta NON-VERBALMENTE e che dovranno agevolare un dialogo sonoro col loro bimbo/a giocando con le gestualità spontanee e variegate che inevitabilmente creeranno suoni.
Questa potrebbe essere una prospettiva interessante attraverso cui sviluppare nell’adulto una maggiore capacità di ascolto e di conseguente espressione non-verbale.

L’ORCHEXTRA IMMAGINARIA

laboratorio di espressività sonoro-musicale a partire dall’improvvisazione individuale e di gruppo

L’orchexstrale immaginario è un ricercatore, un impastatore di materiali inusuali e creatore di suoni fantasiosi, grazia alla sua spiccata sensibilità uditiva.
Stropicciamo, schiacciamo, sventoliamo e pizzichiamo…. ma soprattutto, passami una spumarola ed un po’ d’acqua…. ci immergeremo tra il canto degli uccelli.
I bimbi ed i loro genitori, verranno guidati in un’esplorazione di materiali sonori in incognito perchè ognuno possa creare il proprio suono preferito.
Non importa che sian piccoli medi o grandi, che volino sopra le nuvole o che rasentino i muri, li prenderemo tutti per farli danzare insieme, creando così la nostra meravigliosa Ochextra Immaginaria.

bimbi (24-36 mesi) accompagnati da un genitore
max 8 partecipanti
durata 45′

La stanza è allestita con otto postazioni dove in ognuna c’è un sacchetto pieno dei materiali che vogliamo far esplorare loro, compresi quelli che serviranno per fare i tamburini e gli shaker che poi si porteranno via 🙂

IL SIBILO DEL SILENZIO

laboratorio sulle dinamiche sonoro-musicali a partire dall’espressività sonora prodotta dal proprio corpo.

bimbi (3-4 anni) accompagnati da un genitore
max 10 partecipanti
durata 1 ora

L’ULTRASUONO – ma tu che suono hai?

laboratorio di ricerca di suoni invisibili

I partecipanti verranno guidati in un percorso di esplorazione di materiali riciclati, scelti in coerenza col tema del festival, con l’obiettivo di trovare e comporre suoni di rara specie e con essi, dialogare e concertare.

bimbi (4-5 anni) accompagnati da un genitore
max 10 partecipanti
durata 1 ora e 30

Per bambini da 5 a 10 anni

Laboratorio di esplorazione ed improvvisazione sonoro-musicale

Ideato e condotto da Francesca Romana Motzo ed Alessandra Ruggeri